Una corona su misura

Da tanto non scrivo in questo blog ma mi scuserete: un anno fa stavo facendo le valigie per andare in Perù ad adottare la mia bimba… per noi si tratta della seconda adozione e già sapevo che sarebbe stato fantastico intenso e impegnativo… ecco, le previsioni sono state tutte confermate, e il poco tempo che avevo per i miei quotidiani “eremitaggi cittadini” si è ulteriormente assottigliato per cui, per non togliere tempo alla preghiera, ho preferito sottrarlo al blog.

Finalmente però la scuola è iniziata, i ritmi si sono fatti più normali, oggi ritrovo anche il tempo per scrivere, e lo faccio per lanciarvi un’idea: avete mai pensato di creare una vostra corona “su misura” dedicata alla preghiera?

Cosa intendo?!
Bè, un rosario realizzato con i classici grani per le orazioni ma con l’aggiunta di medaglie di santi a voi particolarmente cari, o con ulteriori perline dedicate a preghiere che volete aggiungere, o con ciondoli per voi particolarmente significativi, perchè magari vi ricordano la vostra famiglia o persone per le quali volete pregare…

Ebbene, la fede può essere molto creativa, il santo rosario è una preghiera fantastica e ovviamente più che completa, ma con un po’ di fantasia possiamo realizzarne uno “su nostra misura spirituale”, senza per questo scivolare su piani poco cristianamente corretti.

Il mio rosario su misura è quello nella foto, vi ho aggiunto la medaglia miracolosa, quella di San Michele e altre immagini che mi sono care… ora tocca a voi!

Buona preghiera e buon cammino, che la Madonna ci e vi benedica sempre!

Le vostre intenzioni di preghiera nel Santo Rosario quotidiano

Il biglietto che ho in mano nella foto contiene tutte le intenzioni che mi avete scritto perché le pregassi durante il Santo Rosario di ieri e di oggi.

Ne ho ricevute davvero tante ed è stata una grande emozione… le intenzioni di preghiera sono qualcosa di prezioso e delicato, che rivolgiamo a Dio con l’intercessione di Maria Santissima… mi ha commossa ed emozionata il fatto che mi abbiate affidato le preghiere che avete nel cuore, e vi ringrazio per averle voluto condividere con me!

Mi sembra veramente troppo poco limitare ad un’occasione sporadica l’accoglienza di intenzioni di preghiera, per cui ho pensato di rendere permanente questa iniziativa: chi vuole, e quando vuole, può scrivermi una mail (mail@cieliinterra.org) oppure un messaggio privato tramite la pagina Facebook (cieli in terra), con le sue intenzioni, ed io le inserirò tra quelle che prego durante il Santo Rosario quotidiano.

Intanto continuerò a pregare per quelle che mi avete scritto ieri!

Un abbraccio a tutti, che Dio vi benedica e la Madonna vi custodisca!

Elisa

 

Non vergognatevi di recitare il Rosario

“Non vergognatevi di recitare il Rosario” è l’invito che papa Giovanni Paolo II scrisse nel messaggio per la Giornata Mondiale della Gioventù del 2003, e che riportiamo nel primo articolo del nostro blog; buona lettura e santa, gioiosa preghiera a tutti!

“Recitare il Rosario significa imparare a guardare Gesù con gli occhi di sua Madre, amare Gesù con il cuore di sua Madre […]

Attraverso la preghiera e la meditazione dei misteri, Maria vi guida con sicurezza verso il suo Figlio.

Non vergognatevi di recitare il Rosario da soli, mentre andate a scuola, all’università o al lavoro, per strada e sui mezzi di trasporto pubblico; abituatevi a recitarlo nei vostri gruppi, movimenti e associazioni; non esitate a proporne la recita in casa, ai vostri genitori, figli, fratelli, perché esso rinsalda i legami tra i membri della famiglia.

Questa preghiera vi aiuterà ad essere forti nella fede, costanti nella carità, gioiosi e perseveranti nella speranza.

Con Maria, ancella del Signore, scoprirete la gioia e la fecondità della vita nascosta. Con lei, discepola del Maestro, seguirete Gesù lungo le strade della Palestina, divenendo testimoni della sue predicazione e dei suoi miracoli. Con Lei, Madre dolorosa, accompagnerete Gesù nella passione e nella morte. Con Lei, Vergine della speranza, accoglierete l’annuncio gioioso della Pasqua e il dono inestimabile dello Spirito Santo.”