Credo la Comunione dei Santi

La festa di Ognissanti è qualcosa di davvero speciale! I santi non sono solo alcune persone di fede straordinaria che sono state canonizzate, ma tutti i cristiani, infatti nella lettera ai Colossesi è scritto: “Paolo, apostolo di Cristo Gesù per volontà di Dio, e il fratello Timòteo, ai santi e credenti fratelli in Cristo che sono a Colosse: grazia a voi e pace da Dio, Padre nostro.
Noi rendiamo grazie a Dio, Padre del Signore nostro Gesù Cristo, continuamente pregando per voi, avendo avuto notizie della vostra fede in Cristo Gesù e della carità che avete verso tutti i santi a causa della speranza che vi attende nei cieli.”

“Santi” sono quindi tutti i cristiani, e la comunione dei santi affermata nel Credo è il rapporto di comunione spirituale tra Cristo, i vivi e i defunti, compresi quelli canonizzati, in virtù della loro grande fede.

Per la comunione dei santi, tra cielo e terra, tra coloro che sono vivi e coloro che sono già saliti in cielo, c’è un continuo e incessante scambio di preghiere e di amore… detta in maniera semplice e molto laica ma, forse, più comprensibile, potremmo immaginare la comune dei santi come un alone di energia positiva che coinvolge tutta la terra in uno scambio di amore con il cielo: con Dio, con i defunti, con tutti i santi e gli angeli!
Ecco, questo è un motivo per festeggiare!

Festeggiamo il fatto che, in Cristo, siamo uniti spiritualmente e per sempre a coloro che ci hanno preceduti: parenti, amici, uomini comuni e grandi santi canonizzati.

Festeggiamo perché, per la comunione dei santi, possiamo chiedere a chi è in cielo di intercedere: la Madonna, gli angeli, i santi, i nostri cari defunti pregano per noi e per coloro che amiamo, vegliano su di noi, sui nostri passi, e questo è davvero un grande dono d’amore.

Festeggiamo la comunione dei santi e portiamo un saluto speciale ai defunti che si trovano al cimitero…questa parola racchiude il significato tutto cristiano della morte: il termine “cimitero” deriva infatti dal greco κοιμητήριον (koimētḕrion, “luogo di riposo”): in altre parole, il cimitero è una sorta di dormitorio dove riposano i defunti in attesa della risurrezione del corpo.

Il vivere in comunione all’interno della famiglia, con i nostri cari, ma anche con i fratelli più lontani che sono in difficoltà, deve essere specchio della comunione dei santi.

Ognissanti è quindi la festa speciale di quell’amore travolgente che unisce cielo e terra in un continuo e reciproco scambio e in una comunione indissolubile.

E’ qualcosa di straordinario, da riscoprire e da condividere anche con i bambini, che certo hanno bisogno di sentire che le “cose” alte, speciali, non si trovano solo nei grandi film che li appassionano (Star Wars e tanti altri) ma fanno parte della vita quotidiana e riguardano anche loro: anche loro sono chiamati ad alzare gli occhi al cielo e a sperimentare l’amore di Cristo e la comunione dei santi…ma questo dipende dal fatto che noi genitori offriamo ai bambini un approccio alla vita non solo materiale ma anche spirituale.

Un altro punto della professione di fede dei cattolici dice: “credo in Dio creatore del cielo, della terra, di tutte le cose visibili e invisibili”… ecco, che questo sia un giorno di grande festa per la comunione tra tutti noi, santi in Cristo, e di apertura del cuore a ciò che è invisibile (angeli e santi del paradiso) ma presente e vivo più che mai.

Santa festa ad ognuno di voi!!

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo. Grazie!

Informazioni su elisa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.